Torna all'Home pageArchivio poesie del giorno
 

 


Roberto Juarroz

Si deve cadere e non si può scegliere dove...

Si deve cadere e non si può scegliere dove.
Ma c'è una forma del vento nei capelli,
una pausa del colpo,
un certo angolo del braccio
che possiamo piegare mentre cadiamo.

È
soltanto l'estremo di un segno,
la punta impreveduta di un pensiero.
Ma basta ad evitare il fondo avaro di alcune mani
e la miseria azzurra di un Dio deserto.

Si tratta di piegare un po' di più una virgola
in un testo che non possiamo correggere
.

Traduzione di
Stefano Bernardinelli


Poesia n. 288 Dicembre 2013
Roberto Juarroz. Poesia verticale
a cura di Stefano Bernardinelli
Fondazione Poesia Onlus 2013


 

 










   
   
Fondazione Poesia Onlus
Via E.Falck, 53 - 20151 Milano
tel. +39 02 3538277