Torna all'Home pageArchivio poesie del giorno
 

 


Ghiannis Ritsos

da Elena

Ah, sì, quante battaglie, eroismi, ambizioni, superbie
senza senso,
sacrifici e sconfitte e sconfitte, e altre battaglie, per
cose che ormai
erano state decise da altri in nostra assenza. E gli uomini, innocenti,
a infilarsi le forcine negli occhi, a sbattere la testa
contro il muro altissimo, ben sapendo che il muro non cede
né men si fende, per consentirgli di vedere almeno
da una fessura
un po' di azzurro non offuscato dalla loro ombra e dal
tempo. Eppure – chissà –

là dove qualcuno resiste senza speranza, è forse là che
inizia
la storia umana, come la chiamiamo, e la bellezza dell'uomo
tra ferri arrugginiti e ossi di tori e di cavalli,
tra antichissimi tripodi su cui arde ancora un po' di alloro
e il fumo sale nel tramonto sfilacciandosi come un vello
d'oro [...].

Traduzione di Nicola Crocetti


Ghiannis Ritsos
Quarta dimensione
introduzione di Ezio Savino
traduzione e cura di Nicola Crocetti
Crocetti Editore 2013
Novità – Nuova edizione integrale
Nelle migliori librerie dal 16 novembre
Informazioni e ordini: info@poesia.it

 

 

 





 





 

   
   
Fondazione Poesia Onlus
Via E.Falck, 53 - 20151 Milano
tel. +39 02 3538277