Torna all'Home pageArchivio poesie del giorno
 

 


Nina Cassian

La stagione delle visioni

Per via dell'autunno, preghiamo e piangiamo.
Il tempo sbadiglia di freddo, voragine profonda.
Non ci portano al cielo, atroce e lontano,
né occhio né passo né fionda.

Assumiamo volti pallidi, da setta.
Maniche lunghe su braccia fanatizzate.
Nascosta nelle maniche è una preda sospetta.
Nessuno ci interroga, nessuno ci dissuade.

Racconteremo domani che gli angeli ci volevano rubare
– gesto molto grave –
nel bosco, nel nostro vagare,
Gesù, grondante sangue, la coscia nascosta nel lenzuolo.


Traduzione di
Anita Natascia Bernacchia e Ottavio Fatica


Poesia n. 288 Dicembre 2013
Nina Cassian. C'è modo e modo di sparire
a cura di Ottavio Fatica

Testi tratti da: Nina Cassian
C'è modo e modo di sparire
a cura di
Ottavio Fatica
traduzione di Anita Natascia Bernacchia e Ottavio Fatica
Adelphi Edizioni 2013


 

 










   
   
Fondazione Poesia Onlus
Via E.Falck, 53 - 20151 Milano
tel. +39 02 3538277