Torna all'Home pageArchivio poesie del giorno
 


Lars Gustafsson

Reperto archeologico


Nella penombra del museo notai all'improvviso
un vaso etrusco, di certo un vaso per il miele,
largo, con fianchi muliebri
e orecchi buffamente all'insù
come per ascoltare alla perfezione,
e c'era un volto evidente
che sempre sorrideva provocante,
come se volesse offrire
chissà quali segreti!

Questo mi fece tacere ostinato
per tutta la durata della visita.
I piccoli vasi hanno anche orecchi.


Lars Gustafsson
Sulla ricchezza dei mondi abitati

a cura di Maria Cristina Lombardi
Crocetti Editore 2010



 









   
   
Fondazione Poesia Onlus
Via E.Falck, 53 - 20151 Milano
tel. +39 02 3538277