Torna all'Home pageArchivio poesie del giorno
 

 

Karl Krolow

Su una musica di Vivaldi

Settembre arioso
come in Vivaldi
un fascio di mandolini.

Bambini scrollano con i bastoni
frutti dall'albero.
Le stanze sono tappezzate
d'argento.

Canzone vento.
Non c'è nulla da compiangere.
Dalle botole lasciate aperte
sale la prima nebbia.

Traduzione di Gio Batta Bucciol

Poesia n. 299 Dicembre 2014
Karl Krolow. Ermetismo e geometria
a cura di Gio Batta Bucciol










   
   
Fondazione Poesia Onlus
Via E. Falck, 53 - 20151 Milano
tel. +39 02 3538277