Torna all'Home pageArchivio poesie del giorno
 

 

Francesco de Lemene

La Violetta


Messaggera dei fior, nunzia d'Aprile,
de' bei giorni d'Amor pallida Aurora,
prima figlia di Zeffiro e di Flora,
prima del praticel pompa gentile,

S'hai ne le foglie il bel pallor simile
al pallor di colei, che m'innamora,
se per imago sua ciascun t'adora,
vanne superba, o Violetta umile.

Vattene a Lidia e dille, in tua favella,
che più stimi de gli ostri i pallor tuoi,
sol perché Lidia è pallidetta anch'ella.

Con linguaggio d'odor dirle tu puoi:
se voi, pompa d'amor, siete sì bella,
son bella anch'io perché somiglio a voi.

Annuario di Poesia 2002

a cura di Guido Oldani
Crocetti Editore 2002



 









   
   
Fondazione Poesia Onlus
Via E.Falck, 53 - 20151 Milano
tel. +39 02 3538277