Torna all'Home pageArchivio poesie del giorno
 

 

Anne Carson

Hesterno Licini
Die Otiosi
(Ieri Licinio a nostro comodo)


Catullo si rivolge a Licinio con affetto.

Verso il tramonto, credo, cominciammo a bere.
E sdraiati per terra a scrivere versi
Per canzoni quella fredda
Notte l'odore che entrava
Dalla finestra me ne andai alle quattro andai
A casa.
Aprii il frigo.
Lo richiusi mi stesi mi alzai.
Mi stesi.
Giacqui.
Mi girai.
Non ancora mattino.
Voglio solo parlarti.
Perché l'amore accade?
Così poi invecchiai e morii e scrissi questo.
Attenzione è affilato.


Traduzione di
Patrizio Ceccagnoli

Poesia n. 307 Settembre 2015
Anne Carson. Dalla parte di Lesbia (e del fratello)
A cura di Patrizio Ceccagnoli

 

 


 

 










   
   
Fondazione Poesia Onlus
Via E.Falck, 53 - 20151 Milano
tel. +39 02 3538277