Torna all'Home pageArchivio poesie del giorno
 

 

Ibico

1.

La rocca di Priamo Dardanide
grande gloriosa felice
distrussero, venuti da Argo
per volere del grande Zeus,

per il volto di Elena la bionda
ebbero guerra
famosa e lacrimosa
e salì la sventura
a Pergamo dolente
per Cipride dalla chioma d'oro:

ma ora non ho desiderio
di cantare di Paride
traditore dell'ospite, di Cassandra
dalle snelle caviglie, degli altri
figli di Priamo.


Traduzione di
Enzo Mandruzzato


Poesia n. 308 Ottobre 2015
"La musa immortale. I lirici greci tradotti da Enzo Mandruzzato"
A cura di Enzo Mandruzzato

 

 


 

 










   
   
Fondazione Poesia Onlus
Via E.Falck, 53 - 20151 Milano
tel. +39 02 3538277