Torna all'Home pageArchivio poesie del giorno
 

 

Emanuel Carnevali

Luoghi comuni

Che piacere vederti

Che piacere vederti:
la mia vita mancava
di qualcosa:
ed ecco che vieni tu
ad appagare il desiderio di te
nel respiro di un'ora triste.
È certo che ti volevo vedere
perché ti saluto con parole troppo comuni
per nascondere una bugia:
"Che piacere vederti".


1925

Traduzione di
Maria Pia Carnevali


Poesia n. 308 Ottobre 2015
"Sulla diaspora della poesia italiana. Prima Parte:
Arturo Giovannitti, Pascal D'Angelo, Emanuel Carnevali"
A cura di Luigi Fontanella

 

 


 

 










   
   
Fondazione Poesia Onlus
Via E.Falck, 53 - 20151 Milano
tel. +39 02 3538277