Torna all'Home pageArchivio poesie del giorno
 

 


Andreas Okopenko

Didone abbandonata

Il cielo mattutino è verde. La notte dell'addio gravosa.
Didone amante non è disposta a cambiamenti
nel corpo e nello spirito. Le amiche le consigliano
un viaggio nel cuore dell'Africa per distrarsi. Didone ci fa poco conto.
Il suo sentimento sembra irrigidito. Selvaggia dolora l'unità distrutta.

Attorno attanagliano le caricature delle notti venture.

Traduzione di
Gio Batta Bucciol


Poesia n. 303 Aprile 2015
Andreas Okopenko. Fluente epifania di attimi
a cura di Gio Batta Bucciol

 

Molti lettori ci segnalano di non essere riusciti a trovare in edicola il numero 300 di "Poesia" perché esaurito. Chi fosse interessato può ordinarlo direttamente alla redazione: info@poesia.it


 

 










   
   
Fondazione Poesia Onlus
Via E.Falck, 53 - 20151 Milano
tel. +39 02 3538277