Torna all'Home pageArchivio poesie del giorno
 


Urszula Koziol


Euridice

che ricavo dal sapere
cosa significa essere Orfeo
evocare dall'aldilà uno
così amato
e trattenersi con forza
per non voltarsi
malgrado ciò all'improvviso
d'istinto girare la testa
e perdere tutto di nuovo

Arpie sì sbranatemi
viva!

anch'io m'illudevo
di strappare all'abisso uno
già abituato al vuoto e alle tenebre
ma quando eravamo già vicini
così vicini
non volendo
d'istinto mi sono voltata

Arpie
oh Arpie
fatemi a pezzi
che ricavo da tale vita


Traduzione di
Paolo Statuti


Poesia n. 311 Gennaio 2016
Urszula Koziol. La parola della poesia
a cura di Paolo Statuti

 

 


 

 










   
   
Fondazione Poesia Onlus
Via E.Falck, 53 - 20151 Milano
tel. +39 02 3538277