Torna all'Home pageArchivio poesie del giorno
 

 

Mimnermo

Brevità della vita

Ma che vita, che godere, se manca lei, la Dea d'amore,
puro oro? Vorrò morire, quando non mi scalderanno
intimità segreta, scambi di miele, il letto:
ecco, i vaghi fiori dell'età più bella
per uomo e donna. Ma quando assale strazio
dell'età grigia che imbruttisce, incattivisce l'uomo,
squallide ansie, sempre lo disfanno, dentro,
e bagliore di sole, negli occhi, non rallegra:
ragazzi che diventano nemici, le donne indifferenti.
L'ha creata dolorosa la vecchiaia, dio!


Traduzione di
Ezio Savino


Poesia n. 300 gennaio 2015
Numero Speciale: L'amore in versi
Fondazione Poesia Onlus 2015

 

 


 

 










   
   
Fondazione Poesia Onlus
Via E.Falck, 53 - 20151 Milano
tel. +39 02 3538277