Torna all'Home pageArchivio poesie del giorno
 

 

Veselin Simeonov Hancev

L'anello

Perché tu sei venuta piano, e un'eco
di tuono è la tua presenza in me,
per quel che hai dato e non hai avuto,
per un perdono di essere con te, e di non esserci,
per le parole che spesso ho taciuto,
per le carezze che tu non hai risparmiato,
per la forza che hai infuso in me,
quando tu stessa eri la più debole,
per il fatto che in nome mio fu battezzata
ogni tua cattiva, ogni tua buona ora,
sul tuo piccolo dito, invece di un anello
imprimo il mio bacio ardente.


Traduzione di
Valeria Salvini

Poesia n. 125 Febbraio 1999
Sei poeti bulgari del Novecento
A cura di Valeria Salvini

 

 


 

 










   
   
Fondazione Poesia Onlus
Via E.Falck, 53 - 20151 Milano
tel. +39 02 3538277