Torna all'Home pageArchivio poesie del giorno
 


Eva Ström


Il vivaio di Östra Sönnarslöv

Qui nel migliore di tutti i mondi
nel vivaio di Östra Sönnarslöv
passato il convento
qui mi voglio rovinare
su rami di lingon, fiorcappucci e aquilegie
su lillà, basilico e lavanda
sui bossi tagliati ai cani
su campanule selvatiche

Tutte le ideologie sembrano d'un tratto pesare
così poco
accanto a un sacco di concime di 25 chili
Non sfuggi così facilmente all'amore
per la matematica!
Non ti lascia andare così!

Qui c'è il giardino del paradiso
Qui facciamo il nostro impianto
I grandi cerchi, i piccoli triangoli
Tutto irrigato dagli acquedotti

E la radura dove tutto ricresce, dove tutto
è sottobosco e mancanza
dove tutto è occasionale e quasi mai sterrato
dove tutto sparisce e marcisce, dove lamponi
dove ortiche


Traduzione di
Maria Cristina Lombardi


Poesia n. 317 Luglio/Agosto 2016
Eva Ström. Il canto del corpo e dell'anima
a cura di Maria Cristina Lombardi

 

 


 

 










   
   
Fondazione Poesia Onlus
Via E.Falck, 53 - 20151 Milano
tel. +39 02 3538277