Torna all'Home pageArchivio poesie del giorno
 


Michail Lermontov


Sole d'autunno

Io amo il sole d'autunno, quando
Tra nuvole e nebbie si fa largo,
E getta un pallido morto raggio
Sull'albero cullato dal vento,
E sull'umida steppa. Io amo il sole,
C'è qualcosa nello sguardo d'addio
Del grande astro tradito; non più freddo
Esso è in sé, ma la natura
E tutto ciò che può sentire e vedere,
Non provano il suo calore; così è
Il cuore: in esso è ancora vivo il fuoco,
Ma la gente un giorno non lo capì,
E da allora negli occhi brillare non deve,
E le guance non sfiorerà in eterno.
Perché di nuovo il cuore sottoporre
A parole di dubbio e allo scherno?


Traduzione di
Paolo Statuti


Poesia n. 312 Febbraio 2016
Michail Lermontov. La mia casa è sotto la volta celeste
a cura di Paolo Statuti e Antonio Sagredo

 

 


 

 










   
   
Fondazione Poesia Onlus
Via E.Falck, 53 - 20151 Milano
tel. +39 02 3538277