Torna all'Home pageArchivio poesie del giorno
 


Ida Vallerugo

"Io vado in nessun luogo"

Pensarti almeno, Pier,
in un inniò* lucente, i piedi sporchi d'erba
al riparo dal silenzio,

preso, come in giardino, dal verso strano
di un uccello nascosto che non conosci
eppure è come già sentito
per le strade tue di dentro.

Presa anch'io da quel verso, mi riscuote
il tuo allegro "Prendi".
Vola sull'acqua, la scaglia, vola sull'acqua,
che non scorre, vola,

salta sulla mia riva,
è nella mia mano. È lucente.

*"Inniò" è il titolo di una poesia di Pierluigi Cappello
(da Assetto di volo, Crocetti Editore). È un avverbio friulano,
ormai caduto in disuso, che significa "in nessun luogo".


da Poesia n. 341 Ottobre 2018

 

 


 

 










   
   
Fondazione Poesia Onlus
Via E.Falck, 53 - 20151 Milano
tel. +39 02 3538277