Torna all'Home pageArchivio poesie del giorno
 

 

Anna Maria Carpi


I vecchi che mi scrivono e so bene perché
i figli chissà dove, i giorni vuoti.

Vecchi tanto per dire, hanno i miei anni,
ma io ai miei non credo,
il passato è una curva
di là da quella io confondo i nomi.

E a chi sa a chi la vede –
confusamente –
cosa ne può importare?
Io non so abitare
che la giovinezza
io nello zaino ho solo la speranza
.




Poesia n. 348 Maggio 2019
Anna Maria Carpi. "Far misteri fra parola e cosa"
a cura di Enzo Rega





   
   
Fondazione Poesia Onlus
Via E.Falck, 53 - 20151 Milano
tel. +39 02 3538277